Blackmagic Design

CERCA NEL BLOG

Caricamento in corso...

13 lug 2016

Telestream Wirecast 7

Telestream ha lanciato sul mercato la nuova versione Wirecast 7 con nuove funzionalità per la gestione dello streaming video.


Wirecast 7 permette ai produttori di eventi di realizzare produzioni live-streaming di alta qualità, con lo switching multi-camera, grafica, titoli, e live encoding. I Producer possono ri-modificare gli spettacoli live per la produzione di bobine o replay. Con la nuova funzione di registrazione ISO, Wirecast Pro può salvare tutti i contenuti provenienti dalle sorgenti video in originale e "puliti" permettendo l'editor dei media privi di grafiche overlay o titoli.

La nuova interfaccia utente in wirecast 7 consente un accesso più rapido e più flessibile di funzioni di scatti editing e migliora la modifica on-the-fly. Con il pannello Editor studio, gli utenti hanno un maggiore controllo su ogni aspetto di una trasmissione. Wirecast 7 aggiunge ulteriori opzioni per come il testo può essere visualizzato sullo schermo. Il testo può essere inserito in diretta, tramite un file o da un feed RSS che consente a un utente diverso di prepararlo per poi essere inserito nella trasmissione. Una nuova interfaccia di controlli del mixer audio permette il controllo da una posizione centrale, e una migliore "mix-minus". Un sistema globale di scelta rapida di Gestione accelera qualsiasi operazione ripetuta, consentendo agli utenti di creare i propri tasti di scelta rapida.

Alcune delle tante funzionalità aggiunte al nuovo wirecast 7

Better, faster performance
  • GPU-Accelerated encoding per maggiori performance ed utilizzo minoire della CPU
  • Migliore utilizzo della CPU per smoother, faster streams
  • Statistiche in uscita graficha per monitorare la bontà dello stream

Per la produzione
  • High resolution ISO recording e replay per registrare da una sorgente propria isolata
  • Updated, streamlined User Interface con editing dinamico per accesso streamlined e magigore controllo
  • Scroll o display text da un file, un RSS feed o semplicemente scrutti, in tutti i broadcast
  • Mixer audio ridisegnato per un migliore controllo sulle sorgenti audio
  • Audio Monitor/mix minus per rimuovere l'audio dal monitoraggio
  • Global Hotkey Manager per creare hotkeys per le caratterisitche piu usate
  • Color Correction per controllo fine-tune su luminosità, contrasto, gamma, hue e saturazione di ogni sorgente
  • Video Sync per ritardre l'ingresso della sorgente video per un miglior sincronia A/V
  • Solid Color Generator crea colori per uso come background, o  in terze più basse
  • Screen di acquisizione ridisegnato per ogni pc
  • Sistema di acquisizione audio per estrare un audio dal pc
  • Audio Playout Device Selection per un monitoraggio audio di precisione

01 lug 2016

Come realizzare uno studio broadcast con Blackmagic Design

Con l'introduzione sul mercato dello switcher Atem Televisione Studio di Blackmagic Design ci si è subito chiesto: Come posso realizzare uno studio televisivo professionale?


Sicuramente l'Atem è una parte indispensabile per il nostro studio ma da solo non ci porta da nessuna parte.

Con i prodotti Blackmagic Design realizzare uno studio televisivo è alla portata di tutti, chiaramente bisogna prima di tutto capire se sarà compatibile con le attrezzature di acquisizione preesistenti. In questo articolo si prendono in considerazione solo attrezzature BMD.

Telecamere e obiettivi


Il primo pezzo del puzzle è la fotocamera; nel nostro flusso di gestione dei contenuti audio video e quindi nella nostra lista della spesa è ai primi posti. La Cinema Camera consigliata per uno studio di produzione televisivo è Blackmagic Studio Camera che offre anche la versione 4k.

Tra le cinema camera possiamo prendere in considerazione anche le Micro Studio Camera 4k, ma se si vuole puntare ad avere uno studio con 3-4 operatori è consigliabile la prima, perchè è dotata di un sistema integrato viewfinder 10", quindi non c'è bisogno di pagare un costo aggiuntivo per il viewfinder. Inoltre è dotato di un sistema di interfono integrato incorporato nella fotocamera.

L'altro elemento fondamentale da inserire nella lista della spesa è l'obiettivo. La Studio Camera della  Blackmagic non viene venduta con l'obiettivo ma è compatibile con qualsiasi obiettivo micro di terze parti, quali la serie Panasonic Lumix GX Vario PZ, e la Olympus M.Zuiko lenti ED digitali. Chiaramente questi sono obiettivi che non offrono le stesse performance di un obiettivo Canon o Fujinon che costano fino10 volte di più.

Gli accessori


Per quanto riguarda gli oggetti non elettrinici quali treppiedi, panhead, piastre di montaggio è necessario rifornirsi da brand diversi da Blackmagic Design. Lo stesso vale per le cuffie e i microfoni per comunicare con gli altri dello staff. Per l'acquisto delle cuffie stile aviazione BMD consiglia un sito dove è possibile qualsiasi tipologia di cuffia: Sporty's pilot shop.

ATEM Converter Studio - Intercomunicazione "stazione base"


Una volta acquistati Camere e Accessori è necessario metterli in rete e fare in modo che comunichino tra loro. Con l'ATEM Studio Converter e l'Atem Camera Converter


ATEM Camera Converter converte in fibra ottica i segnali SDI e HDMI di uscita della telecamera, con audio esterno integrato e talkback provenienti dalla postazione della telecamera stessa. Il suo design in leghe di alluminio è leggero ma resistente, ed include una batteria interna a lunga durata per una maggiore portabilità. La montatura a rack di ATEM Studio Converter offre 4 connessioni bidirezionali in fibra ottica, per connettere diversi convertitori e convertire i segnali di entrata della telecamera da fibra ottica a SDI. Tramite le connessioni XLR, è possibile separare anche l'audio.
Acquistare le Blackmagic Studio Camera evita l'acquisto di Atem Camera Converter per ogni operatore perchè è integrato nella Studio Camera.
L'ATEM Studio Converter può controllare fino a 4 telecamere. Inoltre se si utilizzano cavi in fibra ottica per connettere le Studio Camera allo Studio Converter non si ottiene solo la funzione di intercom ma anche il segnale video HD-SDI, oltre a 2 canali di audio analogico che sono presenti di serie su ogni BMD Studio Camera. Non ci sarà più bisogno di avere diversi cavi per i differenti segnali ma basterà il cavo in fibra ottica per ottenere il massimo dalla funzione tally compreso il set-up a distanza.

Qualora si volesse usufruire di un converter più grande esiste l'ATEM Converter Talkback 4K, che gestisce fino a 8 telecamere invece che 4.

ATEM Switcher Blackmagic Design


Collegati i 4 operatori è necessario collegare le telecamere ad uno switcher video. La famiglia Atem switcher della BMD fa al caso nostro. La scelta cade sull' ATEM production Studio o l'ATEM 1M/E. Il secondo leggermente più costoso offre una potente soluzione switcher con 10 input video HD-SDI, con effetti DVE, molte chiavi, media player, macro, configurazione camera control da remoto e uscite AUX.
Per controllare lo switcher basta acquistare un Mini MAC, una tastiera, un mouse ed un cavo HDMI da collegare allo schermo che mostrerà il pannello di controllo dello switcher.

In aggiunta non dimenticate di acquistare un monitor multiview che permette di vedere tutte le telecamere collegate oltre che i principali programmi di settaggio e uscite in preview dello switcher.

Blackmagic offre diverse opzioni, una consigliata con un ottimo rapporto qualità prezzo è il monitor 39" 4k LED Seiki con ingressi HDMI.

Utilizzando l'ATEM Studio Converter (o ATEM Talkback Converter) collegato alle telecamere avremo un uscita HD-SDI dall'ATEM 1M/E per ogni Camera così da utilizzare cavi HD-SDI corti dall'ATEM Studio Converter agli input dell'ATEM Switcher.

Opzioni Audio Camera


Uno dei principali motivi per cui è interessante prendere in considerazione l'ATEM Production Studio invece della ATEM Television Studio è l'audio. Aldilà della qualità del microfono che possono essere sia collegati via cavo che wireless; in ogni caso se vengono collegati al'input jack dual XLR su ogni Blackmagic Camera Studio, il segnale audio apparirà sul retro dell'ATEM Studio Converter. Questo consente di risparmiare sulla lunghezza dei cavi che collegano lo Studio Converter con il Mixer.

Per il mixer è possibile utilizzare quello digitale dello switcher, ma è sconsigliato perchè richiederebbe un altro computer collegato, in questo caso è più pratico utilizzare un mixer tipo Mackie o Behringer (sono prodotti con un buon rapporto qualità prezzo).

Registrazione con HyperDeck STUDIO


Il sistema di gestione del flusso audio video dello studio broadcast professionale per 3-4 telecamere è
configurato, adesso è possibile cambiare e dissolvere tra più telecamere e gestire l'audio.

Ma come faccio a registrare l'evento?

Un modo molto semplice per farlo è con la Blackmagic Design HyperDeck Studio. Basta collegare l'uscita del nostro dell'ATEM Production Studio all'ingresso del registratore HyperDeck Studio, e sarà possibile registrare su scheda SSD generica, che possiamo utilizzare in seguito in fase di post produzione. Dei diversi modelli di HyperDeck, quello consigliato ha la caratteristica che può essere montato in un rack, include un piccolo monitor che permette di visualizzare quello che si registra.

Possono sorgere altre esigenze come registrare i singoli flusso video di ogni telecamere ma soprattuto i flussi audio; per questo è possibile acquistare l'HyperDeck studio PRO che offre ingressi audio analogici XLR indipendenti, offrendo una maggiore flessibilità.

Se in più si necessita di indirizzare ogni singola sorgente su ogni recorder, e cambiare la configurazione durante l'evento si può fare affidamento sul Blackmagic Design Videohub Router che con un pulsante consente di scegliere quale telecamere registra ogni ISO.

Live grade con DaVinci Resolve


Per il il color grade in live di ogni singola telecamera ed ogni singolo canale Blackmagic Design offre il software DaVinci Resolve Live Grade.

Il modo più semplice per accedere Resolve Live è quello di collegare un semplice switch Ethernet, come un interruttore Netgear GS716. Collegando lo switcher Atem a questo interruttore, così come tutti i computer. Ogni Pc eseguirà il software ATEM. Ogni computer sarà utilizzato per un'attività specifica: switching dello spettacolo, il color grading delle telecamere, regolare i livelli audio, la creazione di grafica e il caricamento dei media player dell' ATEM.

Naturalmente può essere gestito tutto da un singolo PC ma è consigliabile aumentare i punti di gestione per dividere le forze in campo durante una diretta live.

Per monitorare e visualizzare le attività sul video si potrebbe utilizzare e collegare all'uscita AUX dello switcher ATEM lo smarview 4k con monitor 17" associato allo smartscope Duo per il monitoraggio delle forme d'onda e vectorscope.

Live Streaming


Oltre a registrare lo show, si può decidere di trasmettere l'evento in streaming live. Per mantenere i costi contenuti è possibile integrare un altro computer Mini Mac e collegarlo ad uno dei prodotti Blackmagic UltraStudio ed eseguire la versione gratuita del LiveStream ProCast compatibile con l'hardware BMD.

Per avere una distribuzione in live streaming professionale e personalizzata è possibile utilizzare Media Server come Wowza Streaming Engine e CDN come CloudFront di AWS che permettono di avere un flusso universale.

Blackmagic Design ha reso possibile, per la maggior parte dei professionisti di settore, la realizzazione di uno studio broadcast con una grande gamma di apparecchiature per la produzione a prezzi molto ragionevoli. E' però da ricordare che BMD non gestisce tutto, infatti nella lista della spesa bisogna aggiungere altri Hardware e Software a supporto del sistema di produzione video.

[Fonte: CreativeCow]

30 giu 2016

Magewell schede di acquisizione video

Magewell è una società Cinese specializzata nella produzione di schede di acquisizione video professionali; il vantaggio di acquistare una scheda Magewell rispetto ad altri competitor è che il core di produzione è lo streaming e quindi i loro prodotti sono pronti per driver DirectShow e Windows e sono testati per l'uso di applicazioni come Adobe FMLE che permette di essere compatibili con i software VidBlaster e vMix.
Magewell offre un vasto catalogo di schede PCIe e dispositivi USB3, dal singolo ingresso a multi-input, da SD a HD con collegamenti che includono il composite analogico, component YUV, VGA, DVI, HDMI e SDI / HDSDI. Molti dei dispositivi hanno ingressi audio analogici e nel caso di connessioni HDMI e SDI supportano anche ingressi audio Digitali incorporati.

Quali sono le schede di acquisizione video Magewell adatte alle singole esigenze?


Per la produzione solo SD, sono disponibili entrambi i dispositivi PCIe e USB3 con ingressi video + audio 6x (XI006AE e XI006AUSB).

Per le applicazioni in cui le telecamere sono SD, ma ci può essere la necessità di catturare l'output del computer ad alta risoluzione (VGA, DVI o HDMI), ci sono dispositivi ibridi con un mix di ingressi SD e HD, come la scheda PCIe XI204XE (2xHD + 4xSD), descritto nel video qui sotto, o XI104XUSB (1xHD + 4xSD).

Per le produzioni in HD, la gamma comprende schede PCIe con ingressi fino a 4x HDMI o HD-SDI (versioni Pro Capture singole, Dual e Quad), così come un dispositivo a doppio ingresso analogico / VGA / DVI / HDMI USB3 (XI200XUSB).


Tutte queste schede PCIe e dongle USB3 di dimensioni standard impiegano driver Magewell che includono un pannello Proprietà DirectShow (nella foto sopra). dal quale è possibile selezionare la sorgente di ingresso su dispositivi che hanno più opzioni di connessione per canale, ma non c'è bisogno sempre di farlo perché il software del driver tenterà di rilevare automaticamente l'input che viene utilizzato (a differenza di schede Blackmagic Design). Le altre impostazioni utili sono alcuni controlli proc-amp per la regolazione del colore, rotazione immagine e specchio, de-interlacciamento e conversione aspect ratio.
Se si desidera un dispositivo che è estremamente portatile, ma facile da usare, il dongle XI-100D USB3 in formato tascabile è disponibili in due versioni, una con HD-SDI e l'altra con un ingresso HDMI. Si possono collegare più di un dongle allo stesso PC senza necessità di driver da installare, il che è utile se avete bisogno di utilizzarli su più computer - soprattutto quando essi appartengono ad altre persone che non consentono driver software aggiuntivo da installare sui loro sistemi. Sono compatibili con una vasta gamma di controller host USB3, compresi quelli che si trovano sulle schede madri con Intel Ivy Bridge e Haswell chipset.

Capture Express è un software Magewell free download per acquisire file in H264 .mp4 dai dispositivi Magewell.


27 giu 2016

Blackmagic Design Video Assist è un dispositivo con duplice funzionalità, oltre a funzionare come monitor 1920x1080 permette ai professionisti di acquisire immagini di alta qualità pronte per l'editing.
Il video assist presente un monitor touchscreen Full HD da 5 pollici con un registratore integrato ProRes e DNxHD. E' l'accessorio ideale per i filmaker DSLR.

Il video assist è compatibile con le più popolari e recenti videocamere professionali tra cui Canon, Nikon, Sony e la serie Cinema Camera BMD; è importante però verificare che sia presente un'uscita pulita HDMI.

Registrazione

Blackmagic Design Video Assist è in grado di registrare file a 10 bit 4:2:2, con supporto ProRes 422 HQ, 422, LT e Proxy così come i codec Avid DNxHD. A differenza di molti registratori sul mercato, video assist registra si schede SD, che sono molto più economiche rispetto a SSD o CFast 2.0 media. (Anche la Pocket Cinema Camera di BMD permette di acquisire su scheda SD in ProRes).

Il video assist è compatibile con una vasta gamma di schede SD come per esempio la SanDisk Pro SDXC (Calss 10) 64 GB con una velocità di scrittura massima a 90 MB /s; è possibile inserire schede che offrono maggiori performance come SDXC UHS-1 e SDHC UHS-1, ma supporta anche DS, HS, SDR12, SDR25, DDR50, SDR50 e schede per risoluzioni più basse SD SDR104. Per acquisire  e monitorare in 4k è necessario acquistare il nuovo Video Assist 4k.

Monitoraggio

Il Video Assist offre un monitor da 5 pollici 1920x1080 con 2 pollici in più rispetto ai monitor DSLR fissi tradizionali.

Caratteristica fondamentale del Video Assist è la possibilità di montarlo con 6 punti di fissaggio che
gli permettono di essere mobile e regolabile in base all'angolo di visualizzazione; invece con i monitor integrati non è possibile cambiare il punto di visualizzazione rispetto alle riprese. I punti di fissaggio sono posizionati sia in alto che sotto il video assist, è possibile collegare il monitor sopra o sotto la video camera. Per la gestione ed il controllo dei settaggi semplicemente accendere il video assist dal pulsante di accensione e gestire tutto dal touchscreen: modificare le impostazioni, monitorare i livelli di audio e video, tassi di cambio del frame, visualizzare un istogramma e il timecode.

Grazie al loop-through il video acquisito può essere visualizzato da tutta la troupe su proiettori HD più grandi in modo da ottimizzare il lavoro di ripresa ed acquisizione.


Post più popolari

ARCHIVIO POST