01 lug 2016

Come realizzare uno studio broadcast con Blackmagic Design

Con l'introduzione sul mercato dello switcher Atem Televisione Studio di Blackmagic Design ci si è subito chiesto: Come posso realizzare uno studio televisivo professionale?


Sicuramente l'Atem è una parte indispensabile per il nostro studio ma da solo non ci porta da nessuna parte.

Con i prodotti Blackmagic Design realizzare uno studio televisivo è alla portata di tutti, chiaramente bisogna prima di tutto capire se sarà compatibile con le attrezzature di acquisizione preesistenti. In questo articolo si prendono in considerazione solo attrezzature BMD.

Telecamere e obiettivi


Il primo pezzo del puzzle è la fotocamera; nel nostro flusso di gestione dei contenuti audio video e quindi nella nostra lista della spesa è ai primi posti. La Cinema Camera consigliata per uno studio di produzione televisivo è Blackmagic Studio Camera che offre anche la versione 4k.

Tra le cinema camera possiamo prendere in considerazione anche le Micro Studio Camera 4k, ma se si vuole puntare ad avere uno studio con 3-4 operatori è consigliabile la prima, perchè è dotata di un sistema integrato viewfinder 10", quindi non c'è bisogno di pagare un costo aggiuntivo per il viewfinder. Inoltre è dotato di un sistema di interfono integrato incorporato nella fotocamera.

L'altro elemento fondamentale da inserire nella lista della spesa è l'obiettivo. La Studio Camera della  Blackmagic non viene venduta con l'obiettivo ma è compatibile con qualsiasi obiettivo micro di terze parti, quali la serie Panasonic Lumix GX Vario PZ, e la Olympus M.Zuiko lenti ED digitali. Chiaramente questi sono obiettivi che non offrono le stesse performance di un obiettivo Canon o Fujinon che costano fino10 volte di più.

Gli accessori


Per quanto riguarda gli oggetti non elettrinici quali treppiedi, panhead, piastre di montaggio è necessario rifornirsi da brand diversi da Blackmagic Design. Lo stesso vale per le cuffie e i microfoni per comunicare con gli altri dello staff. Per l'acquisto delle cuffie stile aviazione BMD consiglia un sito dove è possibile qualsiasi tipologia di cuffia: Sporty's pilot shop.

ATEM Converter Studio - Intercomunicazione "stazione base"


Una volta acquistati Camere e Accessori è necessario metterli in rete e fare in modo che comunichino tra loro. Con l'ATEM Studio Converter e l'Atem Camera Converter


ATEM Camera Converter converte in fibra ottica i segnali SDI e HDMI di uscita della telecamera, con audio esterno integrato e talkback provenienti dalla postazione della telecamera stessa. Il suo design in leghe di alluminio è leggero ma resistente, ed include una batteria interna a lunga durata per una maggiore portabilità. La montatura a rack di ATEM Studio Converter offre 4 connessioni bidirezionali in fibra ottica, per connettere diversi convertitori e convertire i segnali di entrata della telecamera da fibra ottica a SDI. Tramite le connessioni XLR, è possibile separare anche l'audio.
Acquistare le Blackmagic Studio Camera evita l'acquisto di Atem Camera Converter per ogni operatore perchè è integrato nella Studio Camera.
L'ATEM Studio Converter può controllare fino a 4 telecamere. Inoltre se si utilizzano cavi in fibra ottica per connettere le Studio Camera allo Studio Converter non si ottiene solo la funzione di intercom ma anche il segnale video HD-SDI, oltre a 2 canali di audio analogico che sono presenti di serie su ogni BMD Studio Camera. Non ci sarà più bisogno di avere diversi cavi per i differenti segnali ma basterà il cavo in fibra ottica per ottenere il massimo dalla funzione tally compreso il set-up a distanza.

Qualora si volesse usufruire di un converter più grande esiste l'ATEM Converter Talkback 4K, che gestisce fino a 8 telecamere invece che 4.

ATEM Switcher Blackmagic Design


Collegati i 4 operatori è necessario collegare le telecamere ad uno switcher video. La famiglia Atem switcher della BMD fa al caso nostro. La scelta cade sull' ATEM production Studio o l'ATEM 1M/E. Il secondo leggermente più costoso offre una potente soluzione switcher con 10 input video HD-SDI, con effetti DVE, molte chiavi, media player, macro, configurazione camera control da remoto e uscite AUX.
Per controllare lo switcher basta acquistare un Mini MAC, una tastiera, un mouse ed un cavo HDMI da collegare allo schermo che mostrerà il pannello di controllo dello switcher.

In aggiunta non dimenticate di acquistare un monitor multiview che permette di vedere tutte le telecamere collegate oltre che i principali programmi di settaggio e uscite in preview dello switcher.

Blackmagic offre diverse opzioni, una consigliata con un ottimo rapporto qualità prezzo è il monitor 39" 4k LED Seiki con ingressi HDMI.

Utilizzando l'ATEM Studio Converter (o ATEM Talkback Converter) collegato alle telecamere avremo un uscita HD-SDI dall'ATEM 1M/E per ogni Camera così da utilizzare cavi HD-SDI corti dall'ATEM Studio Converter agli input dell'ATEM Switcher.

Opzioni Audio Camera


Uno dei principali motivi per cui è interessante prendere in considerazione l'ATEM Production Studio invece della ATEM Television Studio è l'audio. Aldilà della qualità del microfono che possono essere sia collegati via cavo che wireless; in ogni caso se vengono collegati al'input jack dual XLR su ogni Blackmagic Camera Studio, il segnale audio apparirà sul retro dell'ATEM Studio Converter. Questo consente di risparmiare sulla lunghezza dei cavi che collegano lo Studio Converter con il Mixer.

Per il mixer è possibile utilizzare quello digitale dello switcher, ma è sconsigliato perchè richiederebbe un altro computer collegato, in questo caso è più pratico utilizzare un mixer tipo Mackie o Behringer (sono prodotti con un buon rapporto qualità prezzo).

Registrazione con HyperDeck STUDIO


Il sistema di gestione del flusso audio video dello studio broadcast professionale per 3-4 telecamere è
configurato, adesso è possibile cambiare e dissolvere tra più telecamere e gestire l'audio.

Ma come faccio a registrare l'evento?

Un modo molto semplice per farlo è con la Blackmagic Design HyperDeck Studio. Basta collegare l'uscita del nostro dell'ATEM Production Studio all'ingresso del registratore HyperDeck Studio, e sarà possibile registrare su scheda SSD generica, che possiamo utilizzare in seguito in fase di post produzione. Dei diversi modelli di HyperDeck, quello consigliato ha la caratteristica che può essere montato in un rack, include un piccolo monitor che permette di visualizzare quello che si registra.

Possono sorgere altre esigenze come registrare i singoli flusso video di ogni telecamere ma soprattuto i flussi audio; per questo è possibile acquistare l'HyperDeck studio PRO che offre ingressi audio analogici XLR indipendenti, offrendo una maggiore flessibilità.

Se in più si necessita di indirizzare ogni singola sorgente su ogni recorder, e cambiare la configurazione durante l'evento si può fare affidamento sul Blackmagic Design Videohub Router che con un pulsante consente di scegliere quale telecamere registra ogni ISO.

Live grade con DaVinci Resolve


Per il il color grade in live di ogni singola telecamera ed ogni singolo canale Blackmagic Design offre il software DaVinci Resolve Live Grade.

Il modo più semplice per accedere Resolve Live è quello di collegare un semplice switch Ethernet, come un interruttore Netgear GS716. Collegando lo switcher Atem a questo interruttore, così come tutti i computer. Ogni Pc eseguirà il software ATEM. Ogni computer sarà utilizzato per un'attività specifica: switching dello spettacolo, il color grading delle telecamere, regolare i livelli audio, la creazione di grafica e il caricamento dei media player dell' ATEM.

Naturalmente può essere gestito tutto da un singolo PC ma è consigliabile aumentare i punti di gestione per dividere le forze in campo durante una diretta live.

Per monitorare e visualizzare le attività sul video si potrebbe utilizzare e collegare all'uscita AUX dello switcher ATEM lo smarview 4k con monitor 17" associato allo smartscope Duo per il monitoraggio delle forme d'onda e vectorscope.

Live Streaming


Oltre a registrare lo show, si può decidere di trasmettere l'evento in streaming live. Per mantenere i costi contenuti è possibile integrare un altro computer Mini Mac e collegarlo ad uno dei prodotti Blackmagic UltraStudio ed eseguire la versione gratuita del LiveStream ProCast compatibile con l'hardware BMD.

Per avere una distribuzione in live streaming professionale e personalizzata è possibile utilizzare Media Server come Wowza Streaming Engine e CDN come CloudFront di AWS che permettono di avere un flusso universale.

Blackmagic Design ha reso possibile, per la maggior parte dei professionisti di settore, la realizzazione di uno studio broadcast con una grande gamma di apparecchiature per la produzione a prezzi molto ragionevoli. E' però da ricordare che BMD non gestisce tutto, infatti nella lista della spesa bisogna aggiungere altri Hardware e Software a supporto del sistema di produzione video.

[Fonte: CreativeCow]

Se ti piace questo post ti basta un click per condividerlo
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

Nessun commento:

Post più popolari

ARCHIVIO POST